“Incontri sul Risorgimento – I giovani interrogano gli storici”

“L’Italia ha centocinquanta anni”. Giuliano Amato incontra Tarquinia.
12 Aprile 2011
Mostra tutto

“Incontri sul Risorgimento – I giovani interrogano gli storici”

Nell’ambito dei festeggiamenti per il 150° anniversario dell’unità d’Italia, il Comune di Tarquinia, l’Università Agraria e la Fondazione Etruria Mater, con la collaborazione degli istituti scolastici ISIS e San Benedetto, presentano il ciclo di proiezioni e dibattiti “Incontri sul Risorgimento – I giovani interrogano gli storici”. L’iniziativa, che si svolgerà nella sala consiliare del palazzo comunale il 22 e il 31 marzo e il 4 aprile, alle ore 9, vedrà la presentazione dei film 1860, Allonsanfan e Senso e la partecipazione di tre importanti storici: i professori universitari Emilio Gentile, Maurizio Ridolfi ed Ernesto Galli della Loggia. A inaugurare la serie, il 22 marzo, sarà 1860, presentato e commentato dal professore Emilio Gentile. La pellicola, girata da Alessandro Blasetti, è ambientata nella Sicilia in attesa dell’arrivo di Giuseppe Garibaldi. Protagonista della storia il picciotto Carmeliddu che è inviato dai compaesani sul continente per incontrare il colonnello Carini e Garibaldi. Il 31 marzo sarà la volta di Allonsanfan, dei registi Paolo e Vittorio Taviani. Introdotto dal professore Maurizio Ridolfi, preside della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università della Tuscia, il lungometraggio è ambientato negli anni della Restaurazione e narra dell’aristocratico lombardo Fulvio Imbriani, rilasciato dopo una lunga detenzione nelle carceri austriache. Ultimo appuntamento il 4 aprile con Senso e con il professore Ernesto Galli Della Loggia. Diretto da Luchino Visconti, il film è ambientato nella Venezia del 1866. Nel corso di una recita del Trovatore al teatro la Fenice, gli irredentisti organizzano un lancio di volantini ma sono insultati dal tenente austriaco Franz Mahler. Per questo motivo è sfidato a duello dal patriota conte Ussoni.