Il Quartetto Prometeo incanta il pubblico

Straordinaria performance del Quartetto Prometeo e straordinaria partecipazione di pubblico. Nella suggestiva Loggia Belvedere di Palazzo Vitelleschi, sede del Museo Nazionale Archeologico, il primo concerto della rassegna “Il Quartetto d’archi” ha ottenuto un grande successo. Composto da Giulio Rovighi, Aldo Campagnari, Massimo Piva, e Francesco Dillion, il Quartetto Prometeo si è dimostrato di rara eccellenza tecnica e musicale, con una stupenda esecuzione del Quartetto op. 41 n. 3 in la maggiore scritto da Robert Schumann nel 1842 e del Quartetto op. 59 n. 2 in mi minore composto da Ludwig van Beethoven nel 1806. Scroscianti gli applausi delle 150 persone presenti, per due ore di musica in un luogo, la Loggia Belvedere, di estremo fascino. Il suggestivo abbinamento musica ed etruschi si è così dimostrato vincente. La rassegna “Il Quartetto d’archi” è organizzata dalla Fondazione Etruria Mater insieme alla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale, con il sostegno dell’Enel e il patrocinio del Comune di Tarquinia. La manifestazione proporrà altri quattro appuntamenti: il 3 marzo con il Quartetto delle Marche, il 24 marzo con il Quartetto Bernini, il 21 aprile con il Quartetto Pessoa, il 12 maggio con il Quartetto Arquà. La direzione artistica è affidata al musicista e compositore tarquiniese Leandro Piccioni.