Rassegna “Il Quartetto d’archi”

La Loggia Belvedere di Palazzo Vitelleschi, sede del Museo Archeologico Nazionale, apre le porte alla musica, ospitando la straordinaria rassegna “Il Quartetto d’archi”. Organizzata dalla Fondazione Etruria Mater, con il patrocinio del Comune di Tarquinia e della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale e con il contributo dell’Enel, la manifestazione vedrà esibirsi cinque tra più prestigiosi quartetti italiani: il 10 febbraio il Quartetto Prometeo, il 3 marzo il Quartetto delle Marche, il 24 marzo il Quartetto Bernini, il 21 aprile il Quartetto Pessoa, il 12 maggio il Quartetto Arquà. La direzione artistica è affidata al musicista e compositore tarquiniese Leandro Piccioni.  «La manifestazione nasce dal felice esito del concerto del Quartetto Pessoa, in occasione dell’avvenuta sistemazione delle vetrate della Loggia Belvedere di Palazzo Vitelleschi, lo scorso 30 settembre, – affermano i membri della Fondazione Etruria Mater – quando oltre al successo di pubblico, si è piacevolmente constatata l’ottima qualità acustica della sala per gli strumenti ad arco. Il nostro è quello di offrire alla città capolavori assoluti, eseguiti con rara eccellenza tecnica e musicale». «Il quartetto d’archi è la formazione da camera più importante nella storia della musica. – dichiara il direttore artistico Piccioni – Formato da due violini, viola e violoncello, rappresenta tutte le prime parti degli archi dell’orchestra sinfonica. Con Haydn, Mozart e Beethoven, il quartetto divenne la formazione da camera più utilizzata della seconda metà del Settecento e nell’Ottocento, mantenendo, anche per le moderne sale da concerto, il privilegio di formazione da camera per eccellenza. Molti grandi compositori si sono cimentati nella scrittura per quartetto: dai romantici Brahms, Schumann e Frank, ai moderni francesi Debussy e Ravel; dai grandi del Novecento Schoenberg, Stravinsky, Shostakovitch, Bartok, sino a Ligeti e ai contemporanei, non dimenticando lo straordinario quartetto in sol minore del nostro concittadino Giacomo Setaccioli». Il Quartetto Prometeo, che si esibirà domenica 10 febbraio alle ore 17.00, è vincitore del “Prague Spring International Music Competition” e Leone d’argento alla “Biennale 2012” di Venezia. Ha suonato nelle più importanti sale da concerto e manifestazioni musicali, affiancando il repertorio tradizionale a quello contemporaneo. Il Quartetto delle Marche s’ispira all’indimenticabile Quartetto Italiano e propone un vasto repertorio per quartetto con meticolosa attenzione alla partitura e alle sue possibili letture. Il Quartetto Bernini ha sviluppato la propria attività intorno al grande repertorio classico. Ha effettuato tournée in tutto il mondo anche con musicisti di fama internazionale. Il Quartetto Pessoa fin dall’inizio s’impone per le scelte musicali aperte ai diversi generi musicali: dalla grande letteratura classica per quartetto d’archi a “contaminazioni” con il jazz, il rock-blues, il tango, la musica klezmer e la musica da film. Il Quartetto Arquà si è esibito in Italia e all’estero. Nel 2012 ha tenuto uno de “I Concerti del Quirinale” trasmesso in diretta da RAI Radio3. In ragione del limitato numero di posti è obbligatoria la prenotazione (gratuita), contattando l’ufficio informazioni e accoglienza turistica al numero di telefono 0766/849282 o all’indirizzo info@tarquiniaturismo.it.