Il Quartetto Foné in concerto

 

Non si è ancora spento l’eco del bellissimo concerto del Quartetto Delfico, che la rassegna “Il Quartetto d’Archi”, organizzata dalla Fondazione Etruria Mater  in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale e il Comune di Tarquinia, regalerà il 28 febbraio un nuovo imperdibile appuntamento. Questa volta, nella loggia di Palazzo Vitelleschi, alle ore 17, si esibirà il Quartetto Foné. L’ensemble proporrà al pubblico il Quartetto n. 6 di B. Bartok e il Quartetto op. 30 n.3 in mi bemolle minore di P. I. Tchaikovsky. Composta da Paolo Chiavacci e Marco Facchini, violini, Chiara Foletto, viola, e Filippo Burchietti, violoncello, la formazione ha fatto il suo esordio nel 1985 con le affermazioni in vari concorsi nazionali (Stresa, Palmi, Trapani) e internazionali (“G.B. Viotti” di Vercelli, “D. Shostakovich” a San Pietroburgo). Tiene concerti per le maggiori istituzioni concertistiche italiane (Milano La Scala, Unione Musicale, Roma S. Cecilia, Venezia La Fenice, Firenze Amici della Musica, Napoli “A. Scarlatti”, Palermo Amici della Musica, Ravenna Festival) e all’estero in Svizzera, Austria, Germania, Israele, Francia, Spagna, Grecia, Stati Uniti, Canada e Giappone. L’ensemble incentra il suo repertorio sulla musica da camera di L. van Beethoven e di B. Bartok  e si dedica alla diffusione della musica contemporanea con prime esecuzioni di Pennisi, Guarnieri, Cappelli, Aralla, Grossi e altri. La direzione artistica della rassegna “Il Quartetto d’Archi” è affidata al maestro Leandro Piccioni, compositore, pianista e direttore di orchestra. La manifestazione ha il sostegno di Enel, BCC Roma, Giove Gas, Camping Tuscia Tirrenica ed Etruria Musei. L’ingresso è libero ma è obbligatorio prenotarsi nella settimana che precede il concerto, presso l’ufficio d’informazione e accoglienza turistica del Comune di Tarquinia (tel. 0766/849282, email info@tarquiniaturismo.it).